mercoledì 16 febbraio 2011

Il problema da risolvere - 16 febbraio 2010

Ieri sono andato a fare una visita da una fisioterapista per sentire per l'ennesima volta un suo parere sulla caviglia semi-bloccata.
Ho deciso di andare perchè ho conosciuto questa fisioterapista in palestra mentre correvo su tapin roulant che infatti ha notato subito che appoggiavo male il piede e di conseguenza correvo un pò male.
Così lei mi ha consigliato di andare per una visita e ci sono andato presso il suo studio a Lecco.
Dopo che ha esaminato le lastre e guardato il piede, il movimento della caviglia ha trovato due problemi, due motivi per cui non mi permette di correre bene :

1) Blocco muscolare --> Fascia Plantare : è il tessuto/muscolo che si trova sotto il piede che si è accorciato e di conseguenza tira il piede verso il basso; ci sarebbe la possibilità di risolvere il problema facendo dei massaggi specifici, mirati da poter allungare, stendere questo tessuto più elastico, più lungo da poter aumentare di qualche grado l'articolazione della caviglia verso l'alto.
2) Blocco meccanico --> Perone lungo di 3 mm circa : ho trovato questa lastra giusto per spiegarvi di che cosa si tratta. In poche parole il perone è lungo e che va a toccare l'osso tarsale e per questo motivo non si riesce a muovere del tutto la caviglia (in effetti non si devono toccarsi). Ci sarebbe la tecnica Ilizarov (clicca qui per vedere di che cosa si tratta) che risolverebbe il problema ma sicuramente non sarà una passeggiata, sarà molto doloroso e anche un pò rischioso.
Ora non mi resta che decidere : o andare avanti a fare delle ulteriori visite ortopediche sperando di trovare uno che è in grado di risolvere il problema in modo meno invasivo, o tentare di farmi operare nuovamente con il sistema Ilizarov oppure, la più amara decisione, appendere per sempre i tennis al chiodo.

1 commento:

  1. Spero davvero che non deciderai per l'ultima soluzione!

    RispondiElimina