martedì 29 gennaio 2019

Tedoforo Olimpiadi Invernali di Torino - 30 gennaio 2006 ... UN BELLISSIMO RICORDO ! :-)

UN TEDOFORO NON UDENTE PORTA LA FIACCOLA DELLE OLMIPIADI
Lecco, 30 gennaio 2006
Sono un ragazzo sordo dalla nascita... ma questo non mi ha impedito di coltivare la mia passione per la corsa in montagna... infatti pratico uno sport chiamato SkyRunner... è uno sport molto faticoso ma bellissimo, che è in grado di darmi delle soddisfazioni cui non posso più rinunciare...
Ho avuto anche parecchie soddisfazioni come per esempio... sono arrivato 2° posto nel 2003 nel Giro dei laghi del bitto, in val Gerola, e partecipando a quasi tutte le gare a livello italiano e internazionali, diciamo che ho sempre ottenuto dei buoni risultati ma per me contava solo partecipare e il mio unico obiettivo è quello di arrivare e tagliare il traguardo... che non è una cosa facile!! Corro per del Centro Atletica Lizzoli di Premana... siamo in circa 10 atleti...
In più sono stato convocato per il Portogallo dove, il 24 e 25 marzo, sarò uno dei due italiani che gareggeranno nell’8° campionato europeo dei sordi di cross country in programma a Oreiras (voglio precisare che non è uno skyrace, ma una campestre, e andrò per fare esperienza visto che le tecniche sono diverse... ma farò del mio meglio).
Ed ora il grande evento!!! Ho avuto l’onore di portare la fiamma olimpica per le vie di Lecco...
Avevo compilato un modulo via internet e quasi non ci credevo quando mi è arrivata una mail di conferma: ho provato una grande gioia e il momento più emozionante è stato quando la mia fiaccola si è accesa all’arrivo dell’altro tedoforo.  Sono stati dei momenti davvero indimenticabili.
Mi piace correre proprio perchè amo la natura... amo le montagne... è davvero un paesaggio unico... per carità mi piace anche il mare, ma preferisco di più la montagna... Infatti vivo in un piccolo paese che si trova a 1.000 metri d'altezza... Premana... Negli anni ho accettato il mio problema della sordità.
Fino a tempo fa non volevo essere così... ma poi ho capito, col tempo, che siamo tutti uguali...  siamo come gli altri... ho solo un problema... non sentire... ma so parlare, so scrivere, so ragionare, so fare gli sport, so fare la spesa, so guidare la macchina... so fare quasi tutto... tutto come gli altri ragazzi "normali"....
Sito dell'evento: clicca qui !

2 commenti:

  1. Davvero un bel ricordo, chissà che emozione...

    RispondiElimina
  2. complimenti che bella soddisfazione!

    RispondiElimina