sabato 16 settembre 2017

20° Drei Zinnen Alpin Run (Sesto - BZ) - 16 settembre 2017

Doveva essere una grande festa, era tutto pronto per celebrare degnamente i vent'anni della gara "Südtirol Drei Zinnen Alpine Run" (La corsa Tre Cime)... ed invece tutto è andato a rovina a causa del brutto tempo che ha mandato tutto a monte i progetti del comitato organizzatore dell'Associazione ALV Sextner Dolomiten capitanato da Gottfried Hofer.
E' uno dei maggiori eventi sportivi nelle Dolomiti di Sesto (in Val Pusteria), è anche uno degli appuntamenti più rinominati nel mondo della Corsa in Montagna che ha fatto esaurire tutti i 1000 pettorali a disposizione, con atleti che provenivano da ben 20 nazioni.
... bellissimo giro al Lago di Braies ...
L'avevo gareggiata nel 2003 sul percorso originale di 21 km, poi nel 2016 ho corso su un percorso alternativo a causa della neve e quest'anno invece è stata interrotta intorno al 7°/8° km quando eravamo all'altezza in fondo alla Val Fiscalina, quasi al Rifugio Fondo Valle, ma andiamo con ordine ciò che è successo in questa giornata "pazzerella".
La partenza era prevista alle ore 10, poi è stata spostata mezz'ora più avanti alle 10:30 perchè i vari responsabili stavano ulteriormente discutendo se far partire o no la gara e c'era tanta apprensione dentro di noi.
Finalmente ecco che alle 10:29 gli speaker avevano annunciato che la 20° edizione di questa gara sarebbe partita alle ore 11 correndo fino al Rifugio Locatelli (2.450 m s.l.m) su percorso alternativo (13,4 km - 1105 D+) passando la Val Sasso Vecchio.
Per noi abbiamo gioito per la buona notizia perchè tutti quanti, nonostante la pioggia battente, volevamo raggiungere le tre steli di roccia famose in tutto il mondo!
... Rifugio Locatelli e le Tre Cime di Lavaredo ...
Ecco che alle 11 in punto è scattata la partenza dove i primi 2 km si correva intorno al paese Sesto per poi andare verso la Val Fiscalina ed era tutta percorribile e stavo procedendo con un buon passo perchè il mio obiettivo era quello di abbassare il tempo dello scorso anno.
Poco prima del Rifugio Fondo Valle (intorno all'ottavo chilometro) ecco che vedo davanti ai miei occhi il campione del mondo Petro Mamu, il plurititolato ceco Milan Janata, i forti italiani Cesare Maestri, Luca Cagnati e tanti altri top runner che stavano scendendo dal lato opposto... e vi giuro che in quel momento è stato per me come un fulmine a ciel sereno!
... il Campione del Mondo Petro Mamu e dietro il piccolo campione locale Taddeo ...
E' stata davvero una cosa inaspettata, è stata proprio una doccia fredda e non riuscivo a capire il motivo di questa decisione di interrompere all'improvviso la corsa.
... la delusione post-gara insieme con Petro Mamu :-) ...
Così tutti i quasi 1000 atleti si erano fermati e, con amarezza e con delusione, siamo di nuovo riscesi verso valle, verso il paese Sesto.
... il grande pasta party ...
Nel frattempo era stato emesso il comunicato ufficiale su Facebook con la spiegazione di questo inaspettato interruzione della gara: tutto è a causa della fitta nebbia dove l'elicottero, assolutamente necessario per trasportare gli indumenti dei concorrenti al traguardo davanti al Rifugio Locatelli, non era più in grado di volare.
... sacchi indumenti quasi distrutti ...
Inoltre, i sacchi che erano già arrivati a 2.500 mt di altitudine erano in cattive condizione (bagnati, senza numero di pettorale) e quindi sarebbe stato irresponsabile far arrivare gli atleti bagnati lassù, con una temperatura di pochi gradi sopra lo zero, non avrebbero ricevuti gli indumenti asciutti per cambiarsi oppure non sarebbero stati in grado di trovare i loro sacchi.
... Johannes Stotter all'opera ...
Altro motivo di questo annullamento era che non c'era la possibilità di chiamare l'elisoccorso in caso di emergenza sempre a causa della nebbia; per gli organizzatori la sicurezza e la salute degli atleti veniva prima di tutto.
Questa è stata la prima interruzione nella storia della Corsa delle Tre Cime, guarda caso, proprio nell'edizione dell'anniversario, è stato davvero un brutto colpo per tutti quanti!
Nonostante tutto questo il variegato programma di contorno si era svolto come previsto dove atleti ed accompagnatori hanno festeggiato degnamente con il fine art boby painter Johannes Stotter, la gara di beneficienza dei VIP e la grande festa dell'anniversario con il famoso complesso Stodlgang.
Onestamente questo episodio è la prima volta che mi succede dopo aver messo in archivio 629 gare tutte quante portate a termine. All'inizio ci sono rimasto molto male, ma poi piano piano ho capito che gli organizzatori avevano fatto di tutto, che non avevano nessuna colpa, che con il tempo non si può comandare e che alla fine hanno preso una decisione giusta anche se sofferta.
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 10 settembre 2017

Moscato di Scanzo Trail (Scanzorosciate - BG) - 10 settembre 2017

Dopo l'ottimo debutto dello scorso anno con feedback positivi,  quest'anno si è riproposto la seconda edizione de "Moscato di Scanzo Trail" dove ho fatto di tutto per esserci per la seconda volta perchè è un evento sportivo che non volevo assolutamente perderlo (sold out di pettorali con oltre 450 atleti iscritti)! 
Si tratta di un fantastico Trail di 20 km, con 900 metri di dislivello, che si è svolto nel piccolo paese chiamato Scanzorosciate, in provincia di Bergamo, percorrendo su e giù per le colline, famose in tutto il mondo per il passito a bacca rossa ottenuto da vitigno autoctono coltivato su un territorio di soli 31 ettari. 
Il percorso è stato cambiato rispetto alla passata edizione dove è stato eliminato alcuni tratti di asfalto correndo di più su strada sterrata, cosa che mi è piaciuto parecchio! 
La partenza era scattata alle ore 9:30 presso la bella Piazza del centro del paese e da lì si andava ad esplorare la bellezza del territorio con paesaggi mozzafiato, gli scorci più bella della zona, acquisire la storia di un vino pregiato, in mezzo al profumo delle vigne, tra i filari di uva del Moscato e delle cantine. 
E' stata una corsa dove ho tirato sin da subito e non era mai monotona perchè si doveva cambiare continuamente il ritmo grazie alla presenza di numerose salite, discese, falsopiano, single track, tutte quanti brevi, ma significative. 
Sono riuscito ad affrontare la gara con un ritmo decisamente alto perchè avevo sempre davanti a me un forte atleta della società Altitude Race che avevamo più o meno lo stesso passo e ci aiutavamo a vicenda. 
Tutto stava andando nel verso giusto, tranne nell'ultima salita, per poi piombare verso il traguardo, dove non sono più riuscito a seguirlo perdendo così il terreno, praticamente mi era rimasta poca benzina! 
Alla fine ho completato la corsa con un buon tempo di 1h 54' 00" classificandomi 40° assoluto su 411 finisher. 
Sono rimasto davvero soddisfatto della prova, di come l'ho corsa, di aver tenuto alto il ritmo, peccato solo che non l'ho tenuto fino alla fine. 
Come lo scorso anno, faccio nuovamente dei complimenti ai ragazzi per la buona riuscita dell'organizzazione dove hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per diventare una classica di fine stagione.
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

sabato 9 settembre 2017

Runvinata SkyRace (Lecco) - 9 settembre 2017

Come ogni anno, e per la quinta volta su cinque edizioni, ho partecipato alla gara di Corsa in Montagna chiamata "RunVinata" che si è svolta nell'ambito degli eventi organizzati in occasione dei festeggiamenti del Santuario della Madonna della Rovinata e delle relative Feste Patronali di Germanedo, Belledo e Caleotto. 
La partenza delle tre gare (Rosso - 13.5 km, Giallo - 7.5 km e Verde - 4.7 km) era stata anticipata di un'ora (alle ore 15) per l'imminente maltempo che poi puntualmente era arrivato. 
Ma questo non ha incoraggiato oltre 400 runner che si sono presentati al via con partenza da via Baracca al Caleotto (Lecco) e con arrivo posto sempre all'Oratorio di Germanedo. 
Mi ero iscritto al percorso Giallo di 7,5 km per 570 metri di dislivello, un bel tracciato che si andava verso Belledo, Neguggio, Ponte Tenaglia, salita per Campo dei Boi, discesa verso il Santuario Madonna della Rovinata ed infine all'Oratorio dove era ubicato l'arrivo. Questa volta avevo programmato di correrla in maniera molto soft, non volevo sforzarmi più di tanto perchè il giorno dopo avevo in programma un Trail di 20 km. Come sempre è stato un vero piacere correre su questi sentieri "di casa" perchè il tracciato è molto bello, panoramico, non tanto difficile andando a toccare i punti più belli ai piedi del Monte del Resegone. A causa della pioggia è stato molto difficoltoso affrontare l'ultima discesa, subito sotto la Chiesa della Rovinata, dove i sassi sono diventati viscidi che facevo tanta fatica a stare in piedi e meno male che non stavo correndo sul serio! 
Alla fine ho completato la prova col tempo di 52' 15" classificandomi 13° assoluto su 164 finisher (178 atleti che hanno chiuso il percorso Rosso). 
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 3 settembre 2017

20° Maratonina di Castel Rozzone - 3 settembre 2017

I ragazzi dell'Atletica Castel Rozzone, in collaborazione con l’Aido Castel Rozzone e il patrocinio del comune, hanno organizzato la "Maratonina di Castel Rozzone" che ha raggiunto la sua ventesima edizione e la 9° edizione de "Diecimila di Castello". 
Giornata all'insegna dello Sport che ha richiamato poco più di 500 iscritti ed è stato un traguardo non tanto facile per il comitato organizzatore proprio perchè nella stessa giornata c'erano tantissimi altri appuntamenti sportivi a cui ha dovuto incastrare anche la loro storica gara. Per me non è la prima volta che ci corro qua, l'ultima partecipazione risale nel 2012, e ho fatto bene a ritornarci perchè tutto è andata alla perfezione: dal ritiro del pettorale fino al ricevimento del ghiacciolo subito dopo il traguardo (una bella novità!) e anche al grande ristoro finale con la raviolata che è stata apprezzata da tutti quanti. 
Mi ero iscritto alla mezza maratona perchè era arrivato il momento di iniziare a riprendere, piano piano, le gare su strada e subito avevo già intuito che sarebbe stata dura mantenere il solito ritmo e concluderla sotto l'ora e trenta minuti proprio perchè erano da circa 10/13 giorni che non facevo allenamenti. 
Questa volta non c'erano i ragazzi con i palloncini (pace maker, ovvero coloro che "tengono il ritmo") da usarli come riferimento e quindi ho dovuto fare la corsa tutta in "solitario". Il percorso era molto pianeggiante, molto veloce, a giro unico, che si sviluppava nel centro di Castel Rozzone e che si estendeva nei paesi limitrofi. 
Durante la gara, ad ogni chilometro, controllavo sempre l'orologio per capire a quanto andavo e riuscivo a stare poco sotto la media che avevo sempre prefissato (4'15"/km). Ho avuto solo una leggera difficoltà intorno al 18° km dove poi ero riuscito a tenermi duro fino alla fine dove ho completato la gara col tempo finale di 1h 28' 45" classificandomi 40° assoluto su 221 finisher (251 atleti che hanno concluso la 10 km). 
Sono rimasto davvero sorpreso e contento quando ho letto il mio tempo dopo aver consultato la classifica, non ci speravo proprio di infrangere il muro dei 90 minuti, è stata una cosa davvero inaspettata, anche fisicamente sono sempre stato sentito bene, tranne verso la fine quando mancava poco al termine... si vede che tutto il riposo, tutto quel relax che ho passato ad agosto ha dato i suoi frutti :-) !
Per vedere il sito della gara: clicca qui !