giovedì 13 giugno 2019

Ballabio / Resinelli [2° prova - Go in Up] - 13 giugno 2019

Correre la gara infrasettimanale piace a molti, eccome! Formula vincente non si cambia! Ed è proprio quello che sta avendo sempre più successo alle corse solo in salita del circuito "Go In Up Affari & Sport" che questa sera è andata in scena la seconda prova, ovvero la "Ballabio - Resinelli", tracciato di 3,3 km, con 550 dislivello positivo da correre, ovviamente, tutta d'un fiato!
Partenza scattata alle ore 20 da Ballabio Superiore, sù per la Val Grande passando poi al Corno del Nibbio per poi arrivare vicino al Forno della Grigna che era anche il punto di ristoro finale.
Dopo aver riposato a lungo, oggi mi sentivo abbastanza carico e come sempre ci tenevo a fare un buon tempo cercando di partire sin da subito forte, con un ritmo alto cercando di tenerlo così fino alla fine ed è quello che avevo fatto! 
Inizialmente pensavo di "scoppiare" a metà gara perchè ero già al limite, sentivo addosso un grosso fiatone, ma la voglia di sfidare gli altri che tiravano a vicenda, la voglia di superare quelli davanti era tanta dove alla fine si è trasformata in una vera e propria battaglia fino all'ultimo metro :-)!
... faccia sconvolta durante la sfida ...
Verso la fine del secondo chilometro avevo pensato un attimo di mollare un pò la presa perchè sentivo che ero proprio al di sopra dei miei sforzi umani, ma poi alla fine mi ero tenuto sempre duro fino al traguardo dove avevo concluso la prova col tempo di 27' 49" classificandomi 38° assoluto su 222 finisher!
... verso il traguardo ...
E anche questa l'ho portata a casa e non mi resta che aspettare giovedì prossimo per la terza prova a Galbiate però questa volta credo di non esagerare perchè due sere dopo ho la mitica e leggendaria Monza-Resegone... pensatemiiii... please!!!
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 9 giugno 2019

Ledro Skyrace (Mezzolago -TN) - 9 giugno 2019

Questa mattina si è aperta ufficialmente l'ottava edizione del prestigioso circuito "La Sportiva Mountain Running Cup 2019", 5 gare di SkyRace, 5 corse a fil di cielo più prestigiose e meglio organizzate del "Bel Paese".
I primi ad inaugurare questo grande evento sportivo sono stati i ragazzi della Società SSD Tremalzo con la quarta edizione de "Ledro SkyRace", una spettacolare corsa mozzafiato di 19 km con 1610 D+ svoltasi in un piccolo paese Mezzolago (TN) con il meraviglioso lago di Ledro che faceva da cornice.
Sono stati in 500 atleti (tetto massimo consentito) a parteciparla e che hanno sfidato metro dopo metro, chilometro dopo chilometro, dislivello dopo dislivello di questa gara che inizialmente era facile, percorribile per poi diventare sempre più difficile, complicata, dura iniziando ad accusare sempre di più la stanchezza fisica fino ad arrivare quasi allo stremo!
... con gruppo SEV ...
... Senter delle Greste ...
La partenza era scattata alle ore 9 e subito c'era da affrontare la pista ciclabile lungo il lago di Ledro (circa 2,5 km) fino ad arrivare il centro storico di Pieve di Ledro (667 mt) per poi così iniziare la prima ed infinita ascesa (quasi 7,5 km) fino a toccare la cima Parì (1988 mt).
... Lago di Ledro ...
In questa prima salita credo di aver affrontata bene, le gambe giravano molto meglio rispetto alla Resegup di sabato scorso, guardavo sempre davanti, in particolare gli avversari dove riuscivo piano piano a superarli.
Da questo punto in poi c'era da affrontare la cresta chiamata "Senter dele Greste", trincee e camminamenti della Grande Guerra, abbastanza tecnica ed esposta, rimanendo sempre in quota, conquistando prima la Bocca Dromaè (1675 mt) e poi la croce di Cima d'Oro (1703 mt).
... ??? ...
Qua si aveva una spettacolare vista su tutta la Valle di Ledro e il suo magnifico lago, una vista davvero incantevole che mi toglieva il respiro!
Ora ci aspettava una lunga cavalcata di circa 6,5 km tutta in discesa, inizialmente abbastanza tecnica per diventare sempre più facile, più percorribile, più piacevole attraverso il sentiero botanico, ma sempre con qualche sorpresa (purtroppo) inaspettata!
I volontari che erano in Cima d'Oro mi dicevano che era tutta in discesa, che ormai il grosso era stato fatto, ed invece non era proprio così, perchè c'erano ancora alcune salite, non lunghe (per fortuna!), ma che comunque mi avevano proprio messo alla dura prova diventando sempre più difficile ad affrontarle.
... gli ultimi metri di gara ...
Ecco che si giungeva alle porta di Mezzolago, ultimi 300 metri erano lungo la strada asfaltata del paese, si intravedeva sempre di più le persone per il tifo, doppia curva a destra, ultimi passi lungo la passerella trionfale tagliando così l'arrivo col tempo finale di 2h 34' 56" classificandomi 92° posto su 475 finisher. E con questa ennesima gara ho aggiunto un ulteriore tassello nel mio ricco palmares e non mi resta che proseguire con questa strada andando a conquistare, esplorare sempre di più le belle gare che solo il "Bel Paese" ci regala :-) !
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

sabato 1 giugno 2019

X° ResegUp (Lecco) - 1 giugno 2019

Solo tre parole per riassumere la giornata di oggi: "Che spettacolo bagai !!!". Già proprio così!
E' stata una giornata di grandissimo Sport, ma soprattutto di Festa perchè oggi la "ResegUp", firmata da 2Slow, ha festeggiato la sua decima edizione che ha fatto registrare come la sky italiana che vanta il maggiore numero di partecipanti: ben 1250 pettorali andati in vendita in pochissime ore!
Non c'erano solo atleti, ma anche gli appassionati che erano presenti lungo il percorso, metro dopo metro, per incitare gli atleti dal primo all'ultimo, c'erano davvero tantissime persone (forse anche troppo!) e sono anche grazie a loro che hanno reso così speciale, così straordinario e così indimenticabile questa ResegUp 2019!
Ma prima vorrei fare un passo indietro per raccontarvi un episodio del tutto inaspettato.
Mi ero appena alzato dal letto, vado un salto sul balcone per vedere che tempo faceva e improvvisamente ecco che vedo davanti ai miei occhi spuntare una mongolfiera a scacchi, un enorme pallone che ha fatto da capolino sui cieli della città manzoniana che sorvolava inizialmente dinanzi al San Martino per poi passare sopra la nostra casa e proseguire la sua corsa verso il lago, davvero stupendo (notizia che nel giro di pochi minuti si è balzata su tutti i quotidiani on-line)!
Direi che questo è stato il buon auspicio, un buon auguro a tutti i Reseguppers per la gara di oggi che ci aspettava una prova difficile a causa dell'improvviso caldo infernale!
Infatti è stata la prima e propria competizione con il caldo torrido dell'anno che ha visto, purtroppo, creare dei parecchi problemi, disagi, crisi, ritiri a moltissimi atleti che hanno però fatto di tutto per macinare i 24 km e 3600 mt di dislivello totale andando prima fino in vetta al Resegone (Rifugio Azzoni) per poi rimpiombarsi di nuovo in città, nella torcida di Piazza Cermenati per portarsi al collo la medaglia finisher!
Questa per me è stata la mia nona partecipazione (mi spiace un sacco di averla saltata nel 2012), è stata quella più sofferta registrando infatti come peggior tempo di tutte le altre edizioni.
Sinceramente non mi ha sorpreso più di tanto questa cosa, perchè sapevo benissimo che non avrei fatto una buona corsa a causa dello scarso allenamento, non ero riuscito a fare le uscite settimanali come gli altri anni semplicemente perchè c'è sempre stato il brutto tempo (e freddo!) per parecchie settimane!
... Rifugio Azzoni, vetta del Resegone ...
A parte questo aspetto comunque credo di aver dato il massimo sin dall'inizio dove la lunga ascesa verso l'assalto del Resegone l'avevo affrontata abbastanza bene, dico abbastanza perchè sapevo che non era il mio ritmo, ero consapevole che potevo andare di più, ma più di così proprio non ci riuscivo.
... con lo sfondo Rifugio Azzoni (Resegone) - la "Cima Coppi" ...
... il grande tifo in cima al Resegone ...
Mentre nel tratto in discesa verso il Passo del Giuff e poi verso Piani d'Erna erano iniziati a saltare fuori i primi crampi che mi avevano fatto compagnia quasi fino alla fine. 
... lungo la Costa con tantissime persone ...
Crampi che comunque ero riuscito a tenerli buoni, infatti avevo iniziato a bere di più i sali minerali ad ogni ristoro che mi avevano aiutato parecchio.
... discesa verso Piani d'Erna ...
Quando non sentivo più nulla allora aumentavo di più il ritmo per poi rallentarlo di nuovo quando ricomparivano.
Come al solito lungo le vie cittadine ed in particolare nell'ultimo tratto di gara sono stati quelli più emozionanti, mi era venuta anche la pelle d'oca come ogni anno!
Avevo affrontato gli ultimi 250 metri di gara tra due ali di folla, sentivo gente a gridare, anzi che urlavano come dei matti il mio nome, un tifo davvero super pazzesco, gente che volevano il 5, è stato davvero spettacolare che solo alla ResegUp si trova (ovviamente ringrazio tutti quanti!)!
Faccio un ultimo sforzo lungo la scalinata con gli occhi lucidi d'emozione (meno male che avevo gli occhiali da sole :-P!), mi ero immesso nel cuore della bellissima piazza Cermenati affollatissima di gente dove improvvisamente c'era stato un esplosione di applausi tagliando così il traguardo col tempo finale di 3h 12' 03" (tempo salita: 1h 51' 30" - tempo discesa: 1h 20' 33") classificandomi 101° assoluto su 958 finisher!
... grande gioia nel tagliare il traguardo per la nona volta ...
Anche se avevo registrato il peggior tempo per me è stato comunque una Vittoria, con la V maiuscola, perchè con il caldo così d'improvviso, con i crampi addosso, con pochi chilometri nelle gambe, posso dire che ero comunque riuscito a portare a termine anche questa indimenticabile ResegUp per la nona volta!
... Camogli ...
... San Fruttuoso ...
E per festeggiare questo grande risultato ecco che ho meritato una bella mini vacanza-premio, nella giornata di domenica, presso la riviera ligure di Levante: Camogli - San Fruttuoso, una perla del Golfo Paradiso, per godermi il meritato assoluto riposo e di relax! :-)
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

martedì 28 maggio 2019

Monza - Montevecchia Eco Trail (Monza) - 26 maggio 2019

Dopo aver rimandato troppe volte, ecco che quest'anno sono riuscito a partecipare alla ottava edizione de "Monza - Montevecchia Eco Trail", una bellissima gara off road di 33,5 km da affrontare a coppie (dislivello positivo di 700 mt) con partenza a cronometro ogni 20 secondi dinanzi la spettacolare Villa Reale di Monza e con arrivo posto al centro sportivo di Montevecchia.
Ho avuto l'occasione (e non finirò mai di ringraziarlo) di parteciparla grazie ad Antonio Brambilla (Team Pasturo ASD) ed è stata come una sorta di test per conoscerci meglio tra di noi perchè, insieme ad un altro compagno (Davide Ghislanzoni di Falchi Lecco), saremo al via anche alla Monza - Resegone (gara notturna a tre elementi) che si disputerà sabato 22 giugno.
... la Villa Reale, punto di partenza ...
Con le frequenti, abbondanti ed infinite piogge hanno reso il percorso molto duro, insidioso, alcuni tratti di discese erano diventate un pò "pericolose" che si faceva fatica anche a stare in piedi rendendo però questa edizione come una delle più dure e più belle di sempre!
Il percorso aveva attraversato ben 8 comuni: Monza, Biassono, Macherio, Triuggio-Canonica, Casatenovo, Lomagna, Missaglia e Montevecchia e 4 parchi: il Parco di Monza, il Parco dell’Alta Valle del Lambro, il Parco dei Colli Briantei, fino al Parco naturale della Valcurone in ambienti prevalentemente naturali e su sentieri sterrati... davvero molto belli e spettacolari!
Inizialmente il tracciato era facile, tutto in piano, attraversando quasi tutto il Parco di Monza per poi iniziare a diventare la competizione sempre più complicata, più faticosa correndo su e giù per i sentieri, ponti, numerosi guadi di torrenti (più o meno profondi), ovviamente sempre in coppia, senza perdersi di vista perchè era questo lo spirito di oggi, ovvero gareggiare insieme aiutandoci a vicenda!
... Santuario di Montevecchia, punto più alto del percorso ...
Il tratto più temibile, il punto più duro di tutta la corsa, era la cronoscalata verso il santuario di Montevecchia alta, è stata davvero dura, ma allo stesso tempo avevamo davanti ai nostri occhi una vista super spettacolare, circondata da un'area verde di campi vigneti e uliveti, una vera e propria terrazza su tutta la Brianza!
... video dell'arrivo ...
Scollinata la collina ecco che c'erano ancora da affrontare altri 5 chilometri di pura fatica, qua la stanchezza iniziava a sentirsi sempre di più, il mio compagno d'avventura ha iniziato ad accusare i crampi e così abbiamo proseguito la corsa senza sforzarci troppo perchè già sentivamo il profumo del traguardo, o meglio, della vittoria che si avvicinava sempre di più.
Affrontiamo un altro e ultimo fiume con l'acqua freddissima (!!), che toccava quasi fino alle ginocchia, ancora circa 1000 metri di sacrifici lungo la pista ciclabile ed insieme abbracciati abbiamo tagliato felicitamene il traguardo col tempo di 3h 23' 42" classificandoci 95° assoluti su 228 coppie.
Subito riceviamo la bellissima e meritata medaglia finisher ancora con gli occhi lucidi d'emozione pensando alla fantastica avventura appena portata a termine!
Ed ora non ci resta che far trascorrere queste tre settimane per poi trovarsi di nuovo ancora insieme, questa volta anche con Davide, per affrontare una delle gare più belle di sempre: la Monza-Resegone!
Per vedere il sito della gara: clicca qui !