domenica 9 aprile 2017

Monte Barro Running (Galbiate) - 9 aprile 2017

Questa mattina, a Galbiate, è andata in scena la sesta edizione della "Monte Barro Running", Corsa in Montagna con lunghezza totale di 15,8 km (con un dislivello positivo D+ di 850 mt ) di cui 9 Km collinari (i primi 4 pianeggianti) e circa 2,5 Km salita, ed i restanti in discesa, con il meraviglioso passaggio in vetta alla Croce del Monte Barro che, con i suoi 922 metri e con una visuale a 360°, domina uno straordinario paesaggio. 
... Cima Monte Barro ...
Questa competizione è stata organizzata dal Gruppo Podistico Libertà di Galbiate che, come ogni anno, ha riscosso un maggior successo e di partecipazione. 
Oggi ci tenevo a fare una buona corsa cercando di partire soft nella prima parte di gara e di andare forte nella parte finale affrontando bene la salita dura verso la croce e... così è stato. 
I primi 4 km erano praticamente pianeggianti su strada asfaltata che si andava verso San Michele che serviva per sgranare il gruppo dove avevo fatto anche parecchia fatica. 
Finito il tratto in pianura si affrontava una ripida salita che si andava a prendere il sentiero di montagna soprastante la strada (Pian Sciresa) che riportava i concorrenti in paese. 
Qua era tutta da correre, tutta da spingere, in falsopiano, ed era molto bello e soprattutto panoramico. 
Arrivato nuovamente a Galbiate, si passava sotto il gonfiabile della partenza, e si andava ad affrontare il secondo anello che era la più impegnativa con delle pendenze importanti su una mulattiera che ci portava fino alla vetta. In questa parte sentivo le gambe che giravano veramente bene, mi sentivo ancora "fresco" dove riuscivo a recuperare parecchie posizioni. 
Ecco che si vedeva la croce del Monte Barro che si avvicinava sempre di più e la salita diventava sempre più tecnica dove si doveva salire anche con l'aiuto delle mani. Transitato la vetta c'era da affrontare l'ultima parte della gara che era praticamente quasi tutta in discesa. 
Inizialmente era molto tecnica per poi diventare piano piano sempre più facile, molto più corribile, con diversi sali e scendi, fino a passare davanti la Chiesa di Santa Maria degli Angeli (Eremo di Monte Barro) per poi scendere di quota fino ad arrivare in paese. Anche in questo ultimo tratto riuscivo a correre molto bene riuscendo a recuperare varie posizioni, mi sentivo molto sicuro di me stesso e affrontavo la discesa senza avere addosso troppe preoccupazioni. Alla fine ecco che ho tagliato il traguardo col tempo di 1h 33' 34" classificandomi 40° assoluto su 538 finisher. 
... una bella birra fresca ...
Davvero molto soddisfatto e contento della corsa, non tanto per il tempo che ci ho messo e la posizione in classifica, ma di come l'ho affrontata la prova e di essere arrivato bene fisicamente senza troppa fatica e nemmeno tanto stanco. 
Anche qua il ristoro finale era davvero magnifico, che era il momento clow della giornata, perchè c'era veramente di tutto e che sono ritornato a casa bello sazio e soprattutto molto soddisfatto di aver trascorso un'altra bella mattinata di Sport e di divertimento :-) !
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

sabato 8 aprile 2017

Valtellina Vertical Tube (Montagna di Valtellina) - 8 aprile 2017

Si è corso, oggi sabato pomeriggio, a Montagna di Valtellina (SO), la terza edizione del "Vertical Tube", Memorial Marco Gianatti, che per me è stata anche la mia terza partecipazione. 
E' una gara molto particolare, forse è l'unica gara più al dura al mondo del suo genere e leggendo solo i numeri ci dava un pò di ansia e anche di preoccupazione di non riuscire ad affrontare questa grande impresa: 1 km di sviluppo, 2700 gradini, 500 metri di dislivello! 
Primo breve tratto con pendenza al 25%, per poi passare alla lunga parte centrale al 60% e terminare con un ultimo tratto di 500 scalini al 95%. 
Un percorso del genere è veramente durissima, da spaccagambe, dedicata solo per i veri ed eroi scalatori che non soffrono di vertigini dove hai praticamente di fronte solo un'infinità di gradini a fianco di una condotta forzata e che non è possibile trovare scorciatoie o ritirarsi! 
La partenza era a cronometro e lo start era scattato dalle ore 13:30 scanditi da intervalli regolari di 30" e il mio turno era toccato alle 13:57:30 in punto. 
video
La giornata era splendida, baciata dal sole e il grande caldo è stato l'unico nemico che ci ha reso ancora più dura la prova. 
Quando era arrivato il mio turno, mi ero posizionato sulla linea della partenza e mentre si iniziava a sentire il countdown avevo lo sguardo verso la cima dove c'era il punto d'arrivo. 
Ecco che era arrivato il grande momento e dopo aver messo il piede sul primo gradino ho dato inizio ad affrontare questa nuova avventura con la convinzione di fare una buona gara. 
In quell'istante ero talmente concentrato sul passo, lo sguardo fisso verso in basso, attento a dove mettevo in piedi perchè qua inciampare era altamente sconsigliato! 
Ero riuscito a "correre" quasi fino al 300° gradino poi dopodiché avevo proseguito tutto a "passo d'uomo" mettendo le mani sulle ginocchia saltando, ogni tanto, un gradino. 
Anche se avevo già provato questa esperienza, per me è sempre una prima volta, e subito credevo che era facile visto l'esperienza in passato ed invece mi sbagliavo! 
Era veramente massacrante, più salivo più mi stancavo, avevo addosso un grosso fiatone e che non dovevo, anzi che non potevo mollarmi, ma che dovevo resistere fino alla fine. 
... a sx Marco De Gasperi, uno degli organizzatori di questo evento ...
Gli ultimi 500 scalini è stato quello più massacrante perchè la pendenza era da brividi dove avevo iniziato ad appoggiare le mani sulle scale per non perdere i preziosi secondi. 
Finalmente ecco che si sentiva che mancava veramente poco, volevo fare una volata finale, ma nulla da fare, ero completamente cotto, non avevo più le forze e subito avevo pensato che non avrei abbassato il mio miglior tempo registrato lo scorso anno. 
Infatti in questa prova l'ho conclusa col tempo di 18' 25", venti secondi in più rispetto allo scorso anno (18' 05"). 
Con questo nuovo tempo sono stato classificato 58° assoluto su 406 finisher. Sono rimasto ovviamente molto contento di averla partecipata per la terza volta e cercherò di ritornarci di nuovo il prossimo anno sperando però di battere il mio Pb :-) ! 
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 2 aprile 2017

XV° Tutta dritta (Torino) - 2 aprile 2017

Oggi è andata in scena la XV° edizione de "Tutta Dritta" svoltasi a Torino, una gara competitiva organizzata da Team Marathon che non ha deluso le aspettative che, nonostante la concomitanza con le Maratone di Roma e Milano, ha superato il muro dei 3000 arrivati (l'anno scorso furono ben 5.271 finisher!) con un livello medio stratosferico sui velocissimi 10 km (certificata Aims) praticamente senza curve. 
Infatti, come dice il nome stesso, ha un percorso in linea retta con partenza da Torino, precisamente in Piazza San Carlo, e con l'arrivo posto a Nichelino, la meravigliosa Palazzina di Caccia di Stupinigi. 
... partenza da Piazza San Carlo ...
Si correva su un tracciato completamente pianeggiante, tutta dritta tranne le presenza di due piccole curve, molto veloce rendendo questa gara un'occasione unica per tentare il proprio Pb (personal best). 
Pensate che ci sono stati ben 11 (undici!) uomini capaci di scendere sotto il muro dei 30' con la vittoria andato a Youssef Sbaai in 28' 40"; al femminile invece il successo è andato alla keniana Paoline Esikon Naragoi con un grande 32'07". 
Questa volta la giornata non è stata la migliore, anzi! La pioggia, o meglio, l'acquazzone ci ha fatto compagnia per tutta la mattinata, per tutta la corsa e che non ci ha dato nemmeno un pò di tregua. 
Per fortuna che ci siamo scambiati all'asciutto grazie ai numerosi portici che erano presenti intorno alla Piazza e tutti quanti siamo "usciti" solo quando mancavano pochi minuti alla partenza (start scattato alle ore 10). 
... Palazzina di Caccia di Stupinigi ...
Come gara ci tenevo tanto a fare un buon tempo visto che era così piatta, veloce, senza curve, ma poi alla fine non è andata proprio come pensavo. I chilometri passavano molto velocemente e non riuscivo subito ad impostare il passo che volevo forse perchè avevo i piedi pesanti, cercavo di evitare le pozzanghere, ma era così difficile che in un attimo avevo le scarpe praticamente inzuppate! 
Verso il 3° km ecco che riuscivo (finalmente) a correre come volevo anche se fisicamente sentivo già in affanno, per me non era una cosa normale, si vede che non era proprio giornata! 
Ho comunque provato a resistermi, a tenermi duro cercando di correre dietro a qualcuno per non perdere il terreno fino alla fine. 
... diritto verso il traguardo ...
All'ultimo chilometro ho avuto un calo che non riuscivo più a tenermi, ero proprio sfinito e tenevo lo sguardo in lontananza dove si vedeva la villa Stupinigi con il gonfiabile dell'arrivo... mancava veramente poco. 
Ecco che finalmente stavo per affrontare gli ultimi metri di gara, ho fatto una piccola volata e ho tagliato il traguardo col tempo di 40' 09" classificandomi 290° assoluto su 3038 finisher. 
Dopo la corsa, ero andato subito a cambiarmi per togliermi di dosso la roba completamente bagnata e insieme alla mia fan abbiamo preso il bus-navetta che ci portava di nuovo in Piazza San Carlo. 
Concludo scrivendo che è stata una bella gara, una buona organizzazione, percorso davvero molto interessante e che vorrei tanto ritornarci magari facendo prima una buona preparazione per tentare di portare a casa una buona prestazione sperando di trovare però una bella giornata di sole!
Per vedere il sito della gara: clicca qui !