sabato 19 giugno 2021

Livigno Sky Trail - 19 giugno 2021

Dopo aver rimandato più volte perchè nella stessa giornata c'erano altre gare, quest'anno, finalmente,. sono riuscito ad essere presente ai nastri di partenza a Livigno (1816 mt) dove ho partecipato alla quarta edizione de "Livigno SkyRace", un bellissimo e spettacolare percorso di 18 km con 1000 metri di dislivello positivo. 


Il quartier generale di questa nuova edizione è stato presso l'innovativa struttura di Aquagranda con partenza ed arrivo all'interno della nuova pista d'atletica. 

Oltre alla prova minore di cui ho corso, c'era anche la "Livigno Skymarathon" di 34 km (2600 mt D+), che faceva parte del circuito Skyrunning World Serier. 

... l'inizio della prima salita ...

Lo start era scattato alle 9:30 (prima di noi erano partiti quelli della lunga alle 8:30) e dopo aver affrontato i 400 metri della pista d'atletica si andava a prendere la famosa pista ciclabile verso il centro del paese, si attraversava un piccolo ponticello per far ritorno al di là del fiume, passando davanti Latteria di Livigno, per poi così prendere il sentiero da dove iniziava la vera e propria avventura! 

... la Croce del Crap de la Parè ...

Il primo tratto era proprio co    me un vertical, una bella ascesa tosta di circa 2,6 km che si arrivava presso la Croce del Crap de la Parè (2393 mt) per poi proseguire lungo la cresta in falso piano fino a toccare il Monte Crapene (2069 mt); qua c'era una vista incredibile da togliere il fiato, uno splendido poggio panoramico che dominava su tutta la vallata di Livigno e del suo lago, uno scenario davvero unico! 

Da qui si cominciava una lunga discesa, con alcuni tratti tecnici, verso il paese Trepalle (2069 mt), per poi correre lungo il bellissimo sentiero, sempre incorniciato dai panorami stupendi, verso Livigno lungo la Torrente Vallaccia. 

... lago di Livigno, deserto ... 

Alla fine di questa torrente ecco che si arrivava al lago e si correva all'interno (ovviamente non c'era acqua) e mi sembrava di stare in mezzo ad un deserto e qua sinceramente avevo sofferto parecchio. 


Alla fine ecco che si entrava di nuovo della pista d'atletica "deserta" (perchè l'accesso era completamente chiuso al pubblico) tagliando così il traguardo col tempo di 2h 9' 26" classificandomi 43° posto su 129 finisher.

Per vedere il sito della gara: clicca qui !

sabato 12 giugno 2021

Doppia W Ultra (Villa di Tirano - SO) 12 giugno 2021

E' stata veramente una bellissima giornata di Sport e di Festa svoltasi oggi sabato in Valtellina e precisamente a Villa di Tirano (SO) dove è andata in scena la quarta edizione de "Doppia W Ultra" capeggiato da Elena Soltoggio e Christian Bellesini che ha richiamato circa 500 atleti totali. 

C'era la gara principe di 70 km (5120 mt D+), poi la new entri di quest'anno di 33 km (2400 mt D+) per i veri corridori del cielo e la non competitiva di 16 km (600 mt D+) per i più "pigri". 

Avevo deciso di partecipare alla Sky Race di 33 km (percorso leggermente modificato a causa della troppa neve in quota) con partenza scattata alle ore 9 presso il parco di Lovero (515 mt s.l.m.) e con l'arrivo situato a Villa di Tirano (400 mt s.l.m.). Posso descrivere il percorso in maniera molto semplice in poche parole: al momento dello sparo subito c'era da affrontare la prima e l'unica lunga ed infinita ascesa di circa 10 km (con 1564 mt D+), passando dinanzi al Rifugio Schiazzera (2079 mt s.l.m.), per poi piombare giù dolcemente in discesa per 23 km fino al traguardo. 

... campana finisher, ottimo premio ! ...

Detto così direte che la competizione è tutt'altro che semplice, sicuramente è così per i veri maratoneti, per coloro che è abituato a gareggiare sulle lunghe distanze, ma per uno come me, che faccio parte della fascia di medio-scarso :-), non è stato proprio così facile. 

... Chiesa Santa Perpetua ...

In particolare dopo il terzo ristoro, posto al 17,2° km, il percorso era sempre in leggere discesa, ma sempre interrotta però da infiniti strappi di salita che si facevano proprio sentire alle gambe e per fortuna che erano quasi tutte relativamente brevi (meno male!). 

... video verso il traguardo ...

Un altro fattore che aveva reso molto difficile la prova era il grande caldo che si faceva sentire sempre di più col passare delle ore e per evitare brutte sorprese ero riuscito a gestire bene le mie forze, senza avere dei crampi alle gambe, perchè avevo sempre con sè da bere (acqua ed integratori) oltre di aver usufruito dei ristori e delle numerose fontane che c'erano lungo il percorso. 

Alla fine ho completato la grande gara col tempo finale di 4h 54' 48" classificandomi 45° posto su 118 finisher, per quella lunga sono stati in 67 a portare a casa la campana finisher. 

Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 6 giugno 2021

3 Santi Trail (Nave - BS) - 6 giugno 2021

Questa mattina, l'ASD 3 Santi Nave ha organizzata l'ottava edizione della "3 Santi Trail", una bella Corsa in Montagna competitiva di 17 km e 1200 metri di dislivello positivo svoltasi a Nave, piccolo paese della provincia di Brescia, nella Valle del Garza. 

Per me è stata la prima volta che partecipo a questa competizione e sinceramente ho fatto bene ad esserci perchè la gara era molto bella con un percorso per niente difficile, nemmeno tecnico, ma sicuramente impegnativo. 

... Chiesetta di S. Antonio ...

La partenza era scattata alle 9 e subito si doveva affrontare le vie del paese per circa 1,5 km per poi iniziare ad affrontare la prima vera salita bella tosta interrotta con qualche falsopiano fino ad arrivare al primo santo della gara: la Chiesetta di S. Antonio (520 mt). 


... Santuario di Santa Maria in Conche ...

... la croce del Monte Conche ...

Da qui l'ascesa cominciava a farsi sempre più ripida, la stanchezza iniziava a sentirsi, ma sentivo che riuscivo a tenere lo stesso passo senza perdere terreno grazie soprattutto ad un ragazzo che avevo sempre davanti che avevamo lo stesso ritmo. 

... Santuario di Sant'Onofrio ...

Dopo parecchio tempo ecco che si arrivava al secondo e più famoso dei Santi: Santuario di Santa Maria in Conche (1107 mt), un posto davvero incantevole e che avevo anche la voglia di fermarmi per vederlo al meglio, ma era impossibile! 

Da qui ultima rampa sempre tosta fino a toccare il punto più alto del percorso: la croce al Monte Conche (1157 mt). Ecco che finalmente si poteva riprendere un pò di fiato grazie a una bella discesa e poi falso piano tutta da correre fino ad arrivare all'ultimo dei 3 Santi: Santuario di Sant'Onofrio (620 mt). 

Da qui si continuava a perdere quota fino ad arrivare in paese per affrontare un tratto asfaltato verso l'arrivo dove ho terminato la competizione col tempo di 2h 13' 36" classificandomi 67° posto su 191 finisher.

Per vedere il sito della gara: clicca qui !

domenica 30 maggio 2021

ChieseRun (Roncone di Sella Giudicarie - TN) - 30 maggio 2021

Nel piccolo centro abitato di Roncone, situato nel comune di Sella Giudicarie in provincia di Trento, nella Valle del Chiese, con il suo bellissimo lago alpino che faceva da cornice, si era trasformata per un giorno nella capitale italiana della Corsa in Montagna. 

Infatti oggi è andata in scena la IV° edizione de "ChieseRun - Memorial Marco Borsari", gara di Corsa in Montagna up&down di 11,4 km (720 mt D+) organizzata dalla Società Atletica Valchiese ed era valevole come prima prova dei campionati italiani 2021 che ha visto ai blocchi di partenza un parterre super stellare. 

Dopo aver assistito alle prove delle varie categorie, alle 11:45 la competizione era dedicata ai top runner, ovvero alle categorie assoluti/promesse e i master da 35 a 55 maschili di cui il sottoscritto ne faceva parte. 

... Luca, Eros, Tad ...
L'unico obiettivo di questa bellissima giornata era semplicemente quella di gareggiare, di divertirmi, di godermi al meglio il meraviglioso tracciato della gara e soprattutto di non strafare troppo anche perchè non ero al top della forma a causa della donazione del sangue fatta 48 ore prima. 
... le prime posizioni ...
... la coda del gruppo :-) ... 
Il percorso della gara era molto bello, molto piacevole da correre e non era per niente difficile, anzi era tutta da spingere (sto dicendo per gli altri) grazie anche alla cura e alla pulizia del sentiero che era ben battuto e facile da lasciarsi andare nei tratti in discesa. 
... 1 km al traguardo, con lo sfondo il Lago di Roncone ... 
Sentivo che non stavo tirando più tanto, che forse avrei potuto fare qualcosa di più, ma alla fine andava bene anche così anche perchè non mi cambiava proprio nulla; ero lì, ripeto, per divertirmi e soprattutto per conoscere dei nuovi posti. Alla fine ho concluso la prova col tempo di 1h 15' 31" classificandomi 172° posto su 199 finisher. 
Per vedere il sito della gara: clicca qui !

mercoledì 26 maggio 2021

Mascherina, un ostacolo per i non udenti: "Per noi è impossibile comunicare" (Lecco - 26 maggio 2021)

 

La testimonianza di Taddeo Bertoldini, volto noto della corsa locale “La nostra vita è cambiata di colpo. Anche una cosa semplice come fare la spesa è diventata una impresa”

LECCO – “Abbiamo bisogno di leggere il movimento labiale ma la mascherina ce lo impedisce e così, una cosa semplicissima come fare la spesa, per chi come me è non udente, può diventare una cosa molto molto complicata”.

A oltre un anno dall’inizio della pandemia ci sono categorie che, più di altre, soffrono le problematiche legate al covid e alla situazione che stiamo vivendo. Difficile per chi non vive quella condizione di disabilità capire quanto può complicare le cose anche il semplice uso di una mascherina. Così abbiamo raccolto la testimonianza di Taddeo Bertoldini, volto noto della corsa locale, nonché storico corridore dei Falchi di Lecco. Da non udente, ogni giorno si trova a fare i conti con queste ulteriori difficoltà.

“Inutile dire che ci sentiamo emarginati, la mascherina non ci permette di parlare con le altre persone. Noi riusciamo a comunicare leggendo i movimenti delle labbra, perciò è facile intuire che in queste condizioni, noi non udenti, siamo completamente tagliati fuori da ogni conversazione con la conseguenza che la nostra vita è cambiata di colpo e risulta molto complicato fare ciò che prima facevamo senza problemi”.

Un esempio? Anche andare semplicemente a fare la spesa può diventare una impresa: “Quando mi trovo a dover comunicare con il personale di un supermercato mi vedo costretto a chiedere se possono abbassare la mascherina. Spesso, probabilmente a seguito di disposizioni aziendali che lo vietano, la risposta è negativa – racconta -. Sappiamo tutti che sono a contatto con tantissime persone e svolgono un ruolo delicato, ma quando lo chiedo mi premuro di fare uno o due passi indietro, ovviamente tenendo la mascherina ben indossata. Purtroppo mi è capitato anche che qualcuno perdesse la pazienza e, per chi come me ha questa disabilità, è inevitabile rimanerci male”.

Non si sa ancora per quanto tempo la mascherina sarà obbligatoria, ma si tratta di un problema abbastanza diffuso che tutti i non udenti devono affrontare quotidianamente: “La soluzione sarebbe quella di dotare le persone che hanno contatti col pubblico di mascherine trasparenti che ci consentirebbero di poter leggere i movimenti delle labbra e comunicare – conclude – oppure, so che non è semplice, ma prese le dovute distanze dal mio interlocutore, posto che io la mascherina la indosso, credo che abbassare un attimo la mascherina per rispondere a una domanda comporti un rischio minimo”.

La questione non è semplice, il covid fa ancora tanta paura. Nella speranza di lasciarci tutto alle spalle il più in fretta possibile, però, è necessario fare qualcosa per risolvere questo problema concreto…

domenica 23 maggio 2021

Paratico Tricolore (Paratico - BS) - 23 maggio 2021

L'Atletica Paratico A.S.D. ha organizzato la 32° edizione de "Grand Prix del Sebino", quest'anno chiamata "Paratico Tricolore" per l'occasione, ovvero la manifestazione era valida quale Campionato Italiano Master di Corsa su Strada di 10 km svoltasi nel bellissimo paese Paratico sul Lago d'Iseo nel versante bresciano. 

In questa giornata domenicale, col clima più che primaverile, si erano presentati poco più di 1600 iscritti in rappresentanza di tutte le regioni dello Stivale, comprese le isole, dove alla fine venivano assegnati ben 26 titoli italiani. 

Ovviamente non avevo questo obiettivo, nessun titolo da portare a casa, ma volevo soltanto esserci, parteciparla e soprattutto per onorare la canotta della società Falchi di Lecco di cui ero presente solo... io. 

Il percorso di 10 km, omologato, si sviluppava su 3 giri, interamente asfaltato, ricavato per le graziose vie del paese che sovrasta la più rinomata località turistica Iseo. 

Circuito molto mosso, molto difficile e nervoso, caratterizzato da alcuni saliscendi dove si doveva cambiare continuamente il ritmo per non parlare poi della penultima salita, seppure breve, ma davvero impegnativa, per poi trovarsi di nuovo un'altra ascesa un pò più lunga però con meno di dislivello, insomma, in parole povere, non era una gara per niente facile! 

Ad aprire le danze sono state le master donne + uomini over 70 alle ore 9 per poi seguire con le altre batterie fino ad arrivare l'ultima, alle ore 12:45, di cui era il mio turno (SM35 + SM40). 

A quell'ora la temperatura era molto calda, il sole aveva fatto, purtroppo, il suo dovere, rendendo la prova ancora molto più difficile, in tanti si erano ritirati per il gran caldo e per evitare tutto ciò avevo preferito di non tirare troppo, anzi di gareggiare con tutta calma e di "assaporare" al meglio questa gara e di godermi al meglio il tifo delle tante persone (ma quanti eravate!?) lungo la strada. 

I tre giri credo di averli corsi più o meno con lo stesso tempo, forse il terzo era stato quello migliore perchè avevo avevo tirato un pochino di più visto che ormai ero giunto quasi al termine. 

... a testa bassa verso il traguardo ...

Ho concluso la prova col tempo finale di 45' 16" classificandomi 265° posto su 300 finisher (SM35 - SM40) e 143° posto su 168 finisher della categoria SM40 :-).

Per vedere il sito della gara: clicca qui !